Costituzione256x60OK

Ieri è stata votata la mozione individuale di sfiducia contro ministro Lotti, ovviamente la mozione è stata respinta in quanto la maggioranza ha fatto quadrato nei confronti del proprio il ministro.
La mozione era stata presentata dal movimento cinque stelle, non tanto perché il ministro avesse commesso un reato, questo verrà accertato dalla magistratura, ma per opportunità politica.
La questione sollevata dal movimento cinque stelle è che l'AD di Consip Marroni aveva asserito di essere stato informato dal ministro lotti, della presenza di cimici negli uffici della Consip installate le dalle forze di polizia.
Il ministro lotti dice che non è vero, allora se non è vero perché Lotti non ha querelato Marroni?
Visto che Marroni ha ricevuto la fiducia del governo e rimane al suo posto non si capisce chi dei due dica la verità, di conseguenza per opportunità politica il ministro Lotti avrebbe dovuto dimettersi.
Purtroppo nella classe politica odierna l'opportunità politica non esiste, ogni partito dovrebbe valutare e agire di conseguenza ad eventuali accuse o inchieste a carico dei propri rappresentanti, se una persona è indagata esempio per furto, la sua presenza eventuale come ministro, parlamentare o qualsiasi altro incarico istituzionale darebbe adito e dei seri dubbi sulla propria integrità.
Fare il politico non è un'obbligo, nessuno è indispensabile ma tutti siamo sostituibili.
Purtroppo negli ultimi anni vediamo centinaia di esponenti politici, con incarichi istituzionali, indagati per vari reati, ma sventolando come scusa il garantismo rimangono al loro posto gettando un'ombra pesante sulle istituzioni italiane.
Devo dire che fa eccezione è il movimento cinque stelle che in molti casi ha preso i necessari provvedimenti nei confronti dei suoi esponenti.
La parola "opportunità politica" non è nel vocabolario della nostra classe politica che mette al centro del suo operato le poltrone, gli amici e il potere scordandosi dei semplici cittadini.

Per commentare devi registrarti
Registrandoti potrai inviare articoli e partecipare alla gestione del sito